Menù Notizie

CorSera: "Liverani e la morte della moglie Federica: 'Eravamo separati, ma per lei avrei dato la vita'"

di Marco Lombardi
Liverani
Liverani
© foto di Paola Pascalis

"Liverani e la morte della moglie Federica: «Eravamo separati ma per lei avrei dato la vita»", titola il Corriere dell Sera in edicola oggi. 

CHI E'. Fabio Liverani, 46 anni, è stato calciatore (Perugia, Palermo, Fiorentina e Lazio) e oggi allena il Cagliari. Conobbe la moglie Federica Frangipane a scuola, alle medie, Dal matrimonio sono nati due figli: Mattia, 17 anni, e Lucrezia, 13. Federica è morta lo scorso 21 settembre, a 46 anni, dopo una lunga malattia.  

«Mia moglie era forte, ha combattuto fino alla fine. Mia moglie non c’è più». Fabio Liverani e Federica Frangipane non erano più sposati ma l’allenatore del Cagliari fa fatica a parlare della madre dei suoi figli, Mattia e Lucrezia, come di una ex. E non perché era malata. «Per il rapporto che c’era tra di noi: sereno e di affetto, anche per i ragazzi. Forte», dice. Federica aveva 46 anni, combatteva contro il cancro da nove. Fabio, ci racconta la donna che ha sposato? «Dire oggi che la mia ex era una donna dolce e di grande carattere può dare l’impressione del solito cliché: parlar bene di chi non c’è più. Le assicuro, invece, che Federica era proprio così. L’ho conosciuta ragazzina, aveva 13 anni, ed è stata una storia bella, bellissima. Anche quando tra di noi le cose hanno cominciato a non funzionare più».

Stavolta l’ha chiamata ex. «Capita quando ci penso un po’ di più, ma d’istinto dico moglie. L’amore può finire, il bene era e resterà per sempre. Mattia e Lucrezia ci han no vissuti così: due persone che hanno continuato a rispettarsi e stimarsi. Federica è stata la mia gioventù, le mie delusioni, i miei successi».

Poi? «Poi, poco prima che si ammalasse, sono cominciate le incomprensioni. E la crisi definitiva del nostro matrimonio. La prima diagnosi non era terribile: un meningioma, un cancro al cervello di natura benigna. È stata operata una prima volta, poi è ricomparso ancora e ha subito il secondo intervento. Fino alla terza operazione, a quel punto non era più un male da poter combattere. Lei ha creduto di potercela fare fino a sei mesi fa. Sorrideva e lottava. Federica voleva vivere, per i nostri figli. Federica era la vita».

Lei per lavoro è lontano da Roma, come ha gestito la situazione. E come farà ora? «Adesso alleno a Cagliari,dopo le partite andavo a casa a Roma. Da lei, dai ragazzi. L’hofatto anche sabato scorso: Federica era costretta a letto, lamalattia le aveva compromesso la mobilità di arti e muscoli. Stava male, non immaginavo però che due giorni dopo l’avrei persa. L’avremmo per[1] sa, tutti».

Ha mai pensato di lasciare il calcio? «Per Federica ero pronto a sacrificare tutto. Lei non melo ha permesso». Anche la carriera? «Avrei dato la mia vita se fosse servito a salvarla. Aveva ancora tanto da dare. I suoi desideri in punto di morte sono stati per gli altri».

Si riferisce all’iniziativa che ha messo in piedi suo fratello Emiliano e che lei ha condiviso sui social? «Sì, di sostenere economicamente l’Ifo, la struttura ospedaliera che frequentava. Hanno attrezzature non nuovissime, ci sono tanti pazienti che hanno ancora speranze. Federica ha insistito molto. “Aiutiamoli, mi diceva”. Mio cognato si sta occupando della raccolta dei fondi».

Che cosa resta di Federica? «La sua bontà, il suo sorriso. Resta anche l’affetto che il mondo del calcio sta dimostrando alla mia famiglia. È un mondo visto come privilegiato e basta. Invece ho scoperto sentimenti autentici. Veri. Sono qui a Cagliari ad allenare i miei ragazzi. Mi aiuta»

Altre notizie
Domenica 27 Novembre 2022
11:44 Flash news Serie B, Reggina-Benevento: le formazioni ufficiali 11:35 Venezia Il Gazzettino: “Venezia, Vanoli: 'Ora pretendo un passo avanti da tutti i ragazzi'" 11:32 Palermo GazzSport: "Corini senza timori: 'Il Palermo cresce. Lo dimostrerà'" 11:29 Brescia Brescia, interrotto il silenzio stampa. Cellino: "Ringrazio la squadra e Clotet" 11:24 Ternana GazzSport: "Ternana, salta Lucarelli: ecco i primi nomi per la sostituzione"
11:20 Primo piano Ternana, Bandecchi: "Lucarelli non morirà di fame. Con la media delle ultime 5 giornate si retrocede" 11:08 Ascoli Corriere Adriatico: "L'Ascoli in emergenza ma cerca i tre punti a Bolzano" 10:56 Genoa Tuttosport: "Il Genoa a Perugia per ridare l'assalto alla zona Serie A" 10:51 Perugia La Nazione: "Genoa forte, ma il Perugia deve vincere" 10:27 Cagliari L'Unione Sarda: "Cagliari, Lapadula suona la carica" 10:23 Frosinone Ciociaria Oggi: "Uno 'Stirpe' sold out per far volare il Frosinone" 10:16 Bari GdM: "Il Bari mette la freccia: a Como per sprintare" 10:12 Como La Provincia: "Como, Cerri e Cutrone per l'assalto al Bari" 10:07 Cosenza GdS: "Il Cosenza tenta l'assalto alla... Cittadella" 10:05 Spal RdC: "Spal, Brescia apre il mese delle risposte" 10:00 Primo piano Serie B, 14^ giornata: le probabili formazioni delle gare odierne 09:39 Brescia GdB: "Brescia, si riparte. Stavolta il ritorno alla vittoria non è optional" 09:36 Flash news Serie B, Reggina-Benevento: le probabili formazioni 09:23 Benevento Il Sannio Quotidiano: "Benevento a Reggio Calabria per il bis" 09:16 Reggina GdS: "Reggina... a pranzo col Benevento di Cannavaro" 09:09 Parma GdP: "Parma, che brutta scoppola: il Modena fa due tiri e vince" 09:03 Modena Gazzetta di Modena: "Modena, impresa nel derby emiliano: Parma battuto al Tardini dopo 39 anni" 08:55 Pisa Il Tirreno: "L'acuto di un grande Pisa" 08:46 Ternana La Nazione: "Ternana, debacle a Pisa: esonerato Lucarelli" 08:39 Flash news Serie B, oggi si chiude la 14a giornata: il programma
Sabato 26 Novembre 2022
21:43 Primo piano UFFICIALE - Ternana: esonerato Lucarelli 21:30 Pisa Pisa, D’Angelo: “Partita approcciata e condotta molto bene, sono contento” 21:00 Palermo Palermo: i convocati contro il Venezia 20:25 Primo piano ESCLUSIVA TB - Ternana, traballa la panchina di Lucarelli. Tre nomi per la successione 20:00 Flash news Serie B, Pisa- Ternana 3-1, bottino pieno per i nerazzurri