Giovanni La Camera: "Punto a restare in Serie B"

di Nicolo Schira
Foto Articolo

Nelle ultime ore, dopo il forte interesse di gennaio, il Lecce, come riporta Tuttolegapro.com, starebbe pensando a Giovanni La Camera per rinforzare il proprio centrocampo. Il duttile e polivalente 30enne si è appena liberato dal Padova dopo il fallimento e presto conoscerà il suo futuro. Intanto, ai microfoni dei colleghi di Colpoditaccoweb.it, lo stesso calciatore spiega ogni cosa.

Giovanni, dopo il forte interesse di gennaio, ritorni nel mirino del Lecce...

"Sì, a gennaio in realtà non avevo avuto contatti diretti, l'avevo appreso da voi l'interesse. In questi giorni ho sentito comunque diverse voci, tra cui quella del Lecce. Onestamente, attualmente, devo dire che non si tratta di qualcosa di veramente concreto. Spero però sia vero, sarebbe bello poterci giocare. Me lo auguro".

Dunque, confermata la stima del Ds Tesoro nei tuoi confronti...

"Non posso che essere felice di questo. Se fosse vero ne sarei orgoglioso. Lecce è una di quelle poche piazze che in Lega Pro non dovrebbero starci, speriamo che dalle parole si possa passare ai fatti. Per ora, come detto, non c'è nulla di così concreto".

Tatticamente ti vedresti bene nei due di centrocampo con un incontrista al tuo fianco?

"Assolutamente sì, non ci sarebbero problemi. L'ho già fatto in passato. Io inizialmente ho giocato come esterno. Poi, a Benevento, feci per la prima volta il regista in mezzo al campo e devo dire che furono due anni formidabili. Da lì in poi ho ricoperto tutti i ruoli possibili del centrocampo: mezz'ala, mediano basso, esterno e trequartista. Mi ritengo un giocatore polivalente e anche quest'anno, sia a Cittadella che a Padova, nonostante l'esito finale, ho giocato nei due in mezzo ed ho fatto bene. Quindi mi troverei benissimo anche perché ho buona gamba ed il fisico per poter giocare in quel ruolo".

Insomma, Lecce destinazione più che gradita a questo punto...

"Sì, ovviamente. Sarò sincero: la mia priorità è mantenere la categoria, restare in Serie B. Ma nel caso in cui non dovesse essere così, in Lega Pro, terrei in considerazione solo alcune piazze, il Lecce su tutte. Spero, quindi, che presto queste voci possano diventare qualcosa di concreto e in ogni caso auguro a tutta la gente di Lecce di tornare dove merita perché non è ammissibile che una squadra con una storia così importante sia in terza serie. Se proprio dovesse essere Lega Pro, a questo punto, spero sia a Lecce".


Altre notizie
Lunedì 18 Febbraio 2019
Domenica 17 Febbraio 2019