Menù Notizie

Perugia, il pres. Santopadre: "La squadra combatterà, ne sono certo"

di Christian Pravatà
Fonte: Tef Channel
Foto Articolo

Il Presidente del Perugia Massimiliano Santopadre ha parlato in conferenza stampa nel primo pomeriggio di oggi, a poco più di 48 ore dalla gara che deciderà il futuro del Grifo. «Non siamo già retrocessi, sputeremo il sangue - ha detto il patron dei biancorossi - il Perugia non retrocederà. Ci ho sempre messo la faccia, il cuore e i soldi e lo faccio anche in questo momento di difficoltà».

Santopadre si è poi scagliato contro chi lo ha “scaricato”: «la contestazione fa parte del calcio ed è anche salutare in questi momenti ma non accetto il fatto che io non possa portare il Grifo sul petto. Io il Perugia ce l’ho con me in tutti i momenti della mia vita da 10 anni a questa parte».

«Io nutro amore per questa società - ha continuato poi Santopadre - ma anche grande rispetto. Ho fatto degli errori ma mi tirerò fuori da questa situazione a testa alta e mettendoci la faccia come ho sempre fatto».

Il numero uno del Perugia ha poi chiesto a tutto l’ambiente di essere positivo almeno fino a venerdì: «basta con i funerali e la negatività, non siamo retrocessi! Venerdì c’è una guerra e guerra sarà! Io sarò in panchina con la squadra e difenderò i giocatori fino all’ultimo. Siamo entrati in un vortice maledetto ma la squadra è forte e questa società non si merita la retrocessione».

Alla domanda sull’episodio del pallone buttato in campo dalla panchina del Pescara, Santopadre ha risposto cosi: «Non me ne frega niente, non faccio ricorso per i palloni in campo! Bisogna solo pensare alla partita e non a queste cose».



Il discorso del Presidente: 

«Era doveroso metterci la faccia , la squadra sputerà sangue venerdì sera. Il Perugia non è retrocesso, ci ho messo la faccia e i soldi. Dopo ci sarà tempo per fare i processi. Purtroppo sapete bene la mia storia, forse il mio destino era scritto in questa maniera prevedeva che dovevo togliermi dalla merda. ci sono momenti momenti difficili come questo ma il Perugia non deve retrocedere. Lunedì il Grifo me lo tatuo pure sul petto, il Perugia non morirà ne' oggi ne' dopo il 14. Io il Perugia lo amo piu' di tutti coloro che mi hanno scaricato. A marzo sono stato messo a dura prova dalla pandemia, il mio obiettivo unico era quello di salvare i miei dipendenti e non ho mai scaricato nessuno. Il 14 non sarà la data della fine del Perugia. Ho vissuto nei mercati da quando ero bambino, ho sempre combattuto conoscendo persone di tutti i tipi. Ho sempre dato e avuto rispetto. Ho fatto degli errori finendo nella merda ma mi tirero' fuori come ho sempre fatto.  Tutti i giorni sento parlare del funerale del Perugia, basta! Venerdi sarà la guerra!  I giocatori sanno benissimo i loro errori, ma io starò con loro fino alla fine. Il Perugia per me è una ragione di vita e non è una scommessa. La squadra reagirà e ha recepito il messaggio. siamo entrati in un vortice ma la squadra è forte. Bisogna vincere i duelli personali, è tutto un corpo a corpo. Io saro'  a Perugia nei giorni successivi alla gara. L'incontro con i tifosi in ritiro è stato solo salutare, le contestazioni fanno parte del mondo del calcio e hanno effetti positivi. La squadra combattterà, ne sono certo! il Perugia non è retrocesso perche questa società non se lo merita. e' dal 7 marzo che combatto e non mi tiro indietro».  

Altre notizie
Mercoledì 30 Settembre 2020
18:15 Pisa Pisa: missione compiuta, battuta la Juve Stabia 2-0 in Coppa Italia 18:00 Cremonese Cremonese: battuto l'Arezzo (4-0), lombardi avanti in Coppa Italia 17:45 Cittadella Cittadella: in Coppa Italia battuto il Novara 3-1, ora sfida contro lo Spezia 17:30 Frosinone Frosinone, Nesta in bilico dopo la sconfitta con il Padova: ipotesi Vivarini 17:25 Frosinone Coppa Italia, Frosinone-Padova 1-3: ciociari subito eliminati
17:12 Venezia Venezia, due Primavera positivi al Covid 17:00 Lecce UFFICIALE - Lecce: preso Rodriguez dal Real Madrid 16:45 Pescara Pescara, due attaccanti in uscita: verso la C 16:45 Reggina UFFICIALE - Reggina, ceduto Bertoncini al Como 16:30 Reggina Reggina: battuto il Teramo 1-0 in Coppa Italia 16:25 Primo piano Monza, il Boa si presenta: "Sono pronto per giocare già a Empoli, deciderà il mister" 16:09 Lecce UFFICIALE - Lecce, ceduto Riccardi al Catanzaro 15:30 Pescara Pescara, Crecco ad un passo dall'addio 15:00 Ascoli Ascoli, si guarda in casa Hellas Verona per rinforzare la rosa 14:30 Lecce Lecce, Pettinari vicino: si attende lo svincolo dal Trapani 14:00 Ascoli Ascoli, si avvicina Emmausso 13:30 Frosinone Frosinone, Andrenacci in pole per il ruolo di vice-Bardi 12:46 Vicenza UFFICIALE - Vicenza, preso Jallow 12:20 Pisa La Nazione: "Pisa, occasioni in Coppa: in campo Loria, Mazzitelli e Palombi" 12:16 Virtus Entella Il Secolo XIX: "Entella, c'è l'Albinoleffe in Coppa: gara secca per proseguire il viaggio" 12:13 Monza UFFICIALE - Monza, ceduto Lora al Lecco 12:10 Pescara Il Centro: "Pescara, in palio c'è il Parma. Mercato: idea Adorni per la difesa. Si stringe per l'attaccante argentino Retegui" 11:45 Pordenone Messaggero Veneto: "Pordenone, spazio alle seconde linee ma l'obiettivo è passare il turno" 11:35 Salernitana Salernitana, nuova esperienza in C per Altobelli: c'è il Catanzaro 11:22 Brescia Brescia, Sabelli e Torregrossa verso la A. In arrivo Cavion 11:05 Ascoli Corriere Adriatico: "Ascoli, il Covid colpisce ancora" 10:54 Spal La Nuova Ferrara: "Spal contro il Bari. Antenucci: 'Qui a casa'" 10:49 Monza Monza, oggi la presentazione del Boa 10:34 Vicenza Vicenza, assalto del Modena a Guerra 10:30 Virtus Entella Entella, Cardoselli: "Che emozione l'esordio in B!"