Menù Notizie

Perugia, Benzar: "Qui per dare il mio contributo"

di Christian Pravatà
Fonte: www.acperugiacalcio.com
Foto Articolo

Romario Benzar appena approdato in biancorosso ha rilasciato le prime dichiarazioni da giocatore del Perugia

Romario nasce a Timisoara, in Romania, un giovedì del 26 marzo 1992, sotto il segno dell’Ariete.

Cresce con il pallone tra i piedi ed entra subito a far parte dell’Academya Hagi, che prende il nome del suo fondatore, Il Maradona dei Carpazi, Gheorghe Hagi: “Il mio idolo da sempre” afferma appena lo sente nominare.

Il 23 luglio 2012 arriva l’esordio nella massima serie rumena. Nella stagione 2016/17 debutta in Europa League e vince La Liga I. Nell’estate 2017 si trasferisce al F.C. Steaua Bucarest e nell’agosto 2019 eccolo in Italia agli ordini di Fabio Liverani. A Romario balzano subito agli occhi le differenze tra i due campionati: “In Italia ai giocatori si chiede molto di più di quanto si faccia in Romania. Gli allenamenti sono più duri, tutto è più professionale”.

Benzar già conosceva Perugia: “Ho un cugino che vive qui – dichiara – inoltre conoscevo Vlad (Dragomir) e quando ci parlavo mi diceva che questa è una bellissima città e che la squadra è forte”. Benzar e Dragomir sono nati entrambi a Timișoara: “Siamo amici oltre che concittadini. Prima di arrivare qui l’ho chiamato per sentire come è l’ambiente cittadino e calcistico. Mi ha convinto a venire”. La presenza di mister Cosmi è stato un altro fattore determinante: “Ho parlato con tanti miei colleghi rumeni che sono stati allenati da lui in Serie B, hanno detto solo cose belle. Spero che insieme raggiungeremo i nostri obiettivi”. C’è un filo rosso (o meglio, biancorosso) che lega Cosmi e Liverani: “Sì, sapevo che mister Liverani è stato allenato da mister Cosmi. L’ho scoperto prima di lasciare Lecce.”

Il nostro calcio lo affascinava da sempre: “Da piccolo seguivo il calcio italiano. Mi è sempre piaciuto, anche la nazionale che guardavo nelle fasi finali dei tornei. Se devo scegliere un giocatore che mi piaceva moltissimo dico Del Piero”. Romario però gioca in tutt’altra zona del campo rispetto all’ex capitano della Juventus: “Mi piace moltissimo salire in attacco, crossare, tirare. Ho una buona velocità e spero di migliorare nelle prossime partite”. Benzar però non ha nelle sue caratteristiche solo la corsa: “Mi piace tirare le punizioni. Lo faccio fin da quando sono piccolo. Credo sia una mia qualità”.

Il classe ’92 sa bene qual è la sua missione a Perugia: “Sono venuto per giocare e per raggiungere insieme i nostri obiettivi. Questa è la cosa più importante, remare tutti insieme verso la stessa direzione”. Fuori dal campo è un padre affettuoso: “Quando non mi alleno sto con la mia famiglia, ho un bambino piccolo, trascorro tanto tempo con lui”.

Altre notizie
Martedì 25 Febbraio 2020
23:30 Pescara Pescara: differenziato per Tumminello 23:00 Venezia Venezia: allenamenti a porte chisue per tutta la settimana 22:30 Salernitana Salernitana: trauma contusivo al piede per Djuric e Di Tacchio 22:00 Frosinone Frosinone: terpaie per Ciano 21:53 Livorno Livorno, allenamento al Centro Coni: out Rocca
21:30 Pisa Pisa: domani doppio allenamento 21:00 Cremonese Cremonese: differenziato per Kingsley 20:30 Benevento Benevento: doppia seduta oggi per i giallorossi 20:00 Ascoli Ascoli: Piccinocchi in gruppo 19:00 Flash news Coronavirus, la Lega B rinvia le gare di Primavera 2 18:30 Primo piano Cittadella, Iori: "Segnare due gol con mio figlio al Tombolato è stato fantastico" 18:00 Flash news Serie B, le decisioni del Giudice sportivo: stop di una giornata per 5 calciatori 17:30 Flash news Lega B: "LNPB si uniformerà alle decisioni delle Autorità Competenti" 17:00 Primo piano Serie B, la classifica marcatori dopo la 25^ giornata: Galano accorcia su Iemmello 16:30 Salernitana Salernitana, Giannetti scalpita per una maglia titolare 16:00 Cosenza Cosenza, due rientri in gruppo 15:30 Pescara Ascoli, verso il Pescara: Sankoh partirà dalla panchina 15:00 Primo piano Venezia, Pomini: "Col Cosenza sarà una partita importante, anche dal punto di vista mentale" 14:30 Benevento Benevento, Inzaghi sorride: recuperati Tello e Tuia 14:00 Juve Stabia Juve Stabia, Mastalli: "La sconfitta di Cittadella ci sprona a fare meglio. Guai a sottovalutare il Trapani" 13:45 Ascoli Ascoli, ripresa a porte chiuse 13:18 Flash news Serie B, Consiglio di Stato: "Nessun diritto al ripescaggio". Rigettati i ricorsi di Ternana, Siena, Catania e Novara 13:10 Salernitana Salernitana, rischio forfait per Djuric 12:30 Benevento Benevento, senti Vigorito: "Sì, provai a prendere Ibrahimovic..." 12:15 Trapani Trapani, Taugourdeau: "Dobbiamo soffrire e lavorare. Da quando c'è Castori abbiamo steccato solo a Cremona" 12:04 Chievo Verona L'Arena: "Garri-gol ha rotto il ghiaccio. Chievo, è ri..nata una stella" 11:45 Venezia Venezia, Scibilia: "Pronti a ogni evenienza" 11:25 Pordenone Messaggero Veneto: "Il Pordenone va a Empoli ma manca il via libera per i tifosi in trasferta" 11:00 Virtus Entella Il Secolo XIX: "Serie B rinviata o gare a porte chiuse: oggi la decisione" 10:30 Pescara Pescara, scricchiola Legrottaglie?