Menù Notizie

Cremonese, Bisoli: "Guardiamo a noi stessi per migliorarci ancora"

di Christian Pravatà
Fonte: www.uscremonese.it
Foto Articolo

Poco prima dell’allenamento, Pierpaolo Bisoli ha risposto alla domande dei giornalisti in vista della prossima gara che la Cremonese affronterà con il ChievoVerona.

L’aggancio ad altre squadre in classifica può infondere ulteriore sicurezza alla Cremonese?

“Al di là dell’aggancio alle altre squadre – risponde Bisoli – direi che può infondere sicurezza il fatto di aver trovato continuità e identità. Noi, però, non dobbiamo guardare le altre, bensì a noi stessi per capire dove e come migliorarci ancora”.

Risultati alla mano, crede che la quota salvezza resti attorno ai 45 punti o possa cambiare?

“Credo che 44-45 punti sia la soglia sicurezza per la salvezza, anche se effettivamente il ritmo in quella zona della classifica sta crescendo. Noi speriamo di arrivare il prima possibile a quel punteggio in caso contrario saremo pronti a battagliare fino all’ultimo istante”.

Qual è il primo bilancio e cosa si aspetta dalla squadra ora che siamo a metà del percorso da quando è ripreso il campionato?

“Abbiamo giocato 7 partite totalizzando 13 punti: una media da primi posti. Per questo posso dire di essere soddisfatto, ma non mi accontento e continuerò a chiedere sempre il massimo per i nostri tifosi e per la società anche perché, non scordiamolo, si può sempre inciampare in qualche buca”.

Cosa pensa della crescita mentale e fisica di Ciofani vista nelle ultime partite?

“Ciofani per la categoria è un top player, sapevo che non aveva smarrito la consapevolezza di fare gol così come sono certo che anche Ceravolo si sbloccherà. Anche se non avesse segnato a Livorno non avrei cambiato il giudizio su di lui: ho sempre visto Ciofani lavorare e sbattersi per la squadra. Poi sì, sono felice per il fatto che ha anche ritrovato un gol alla sua maniera, alla Ciofani appunto”.

Prevede qualche cambio in formazione, magari con Piccolo dal primo minuto?

“Piccolo non è ancora al 100 per cento ma è un elemento importantissimo per noi. Per quanto concerne il turn over vedremo, certo serviranno forze fresche ma la formazione la valuterò nelle prossime ore”.

Pensa di lavorare diversamente sul piano mentale ora che la Cremonese è “padrona del suo destino”, in quanto fuori dai playout?

“No, non cambierà il modo di lavorare perché è un fattore che fa parte del mio Dna: chiederò sempre il massimo e la voglia di migliorarsi fino alla fine. Penso che la Cremonese ora sia sulla buona strada e questo clima non deve assolutamente cambiare”.

Arini lo vede solo come vice Castagnetti o secondo lei può fare anche la mezzala?

“Secondo me ha le caratteristiche per fare il vertice basso e in quello è molto bravo. Credo, invece, che le mezzali debbano avere caratteristiche diverse”.

Il rendimento in trasferta è stato fra i problemi principali della Cremo dal ritorno in B. Con lei è imbattuta: 3 vittorie e un pareggio da quando è arrivato, un bottino molto importante. Cos’è scattato nella mente dei calciatori?

“Non ho ben presente l’andamento in trasferta del passato, so invece di avere una squadra con valori importanti che per qualità non si farebbe intimorire nemmeno davanti a 20 mila tifosi avversari. Ora che abbiamo sfatato anche il tabù Zini, spero che in termini di risultati possa crescere pure il rendimento interno”.

Le ha provate tutte sulla fascia destra ma ancora non si è trovato l’interprete giusto. Quale la soluzione migliore?

“Le ho provate tutte ma ho anche trovato gli interpreti giusti altrimenti non avremmo totalizzato così tanti punti in 7 partite. Ho un ventaglio importante di scelte, così posso cambiare in base alle caratteristiche che mi servono. Sono molto soddisfatto rispetto a tutte le soluzioni che sono state adottate”.

Altre notizie
Giovedì 13 Agosto 2020
10:40 Primo piano La Gazzetta dello Sport: "Brescia slitta l'ufficialità di Delneri. In 4 per l'Entella" 10:15 Flash news Vicenza, per la porta spunta anche Marchetti 10:00 Flash news Lecce, Saraniti vicino al Palermo 09:45 Salernitana Le Cronache: "Salernitana, svolta tra i pali: via Micai, arriva Colombi?" 09:34 Salernitana Il Mattino: "Salernitana, Castori chiede anche Luperini. Pista Ranieri per la difesa"
09:15 Pordenone Messaggero Veneto: "Pordenone, addio ai sogni di gloria" 09:00 Frosinone Ciociaria Oggi: "Remuntada fantastica. Frosinone in finale per la A" 07:31 Calciomercato ESCLUSIVA TB - Cosenza: anche la Spal su Rivière
Mercoledì 12 Agosto 2020
23:37 Pordenone Pordenone, il pres. Lovisa: "Grande delusione, noi troppo timorosi" 23:29 Frosinone Frosinone, Nesta: "Quando credi fortemente in qualcosa, poi accade" 23:15 Primo piano Playoff Serie B, Pordenone-Frosinone 0-2: Ciano e Novakovich ribaltano Tesser, ciociari in finale 22:00 Cremonese UFFICIALE - Cremonese: Celar ancora grigiorosso 21:51 Flash news Playoff Serie B, Pordenone-Frosinone 0-2 all'intervallo 21:30 Salernitana Salernitana: occhi su un giovane portiere 21:00 Venezia Venezia: accordo con San Vito di Cadore per il ritiro estivo 20:38 Virtus Entella Entella, Boscaglia chiama Chiosa a Palermo 20:30 Flash news Playoff Serie B, Pordenone-Frosinone: le formazioni ufficiali 20:30 Virtus Entella Entella: per la panchina Caserta in pole, ma occhio agli outsider 20:00 Crotone Crotone: Barberis lascia il club dopo 5 stagioni 19:00 Primo piano Perugia, il pres. Santopadre: "La squadra combatterà, ne sono certo" 18:05 Flash news Brescia, Delneri nuovo tecnico delle Rondinelle 18:00 Flash news UFFICIALE - Monza, ceduto Marchi alla Vis Pesaro 17:30 Cosenza Cosenza, D'Orazio piace all'Avellino 17:15 Virtus Entella Entella, Siaulys verso il prestito in D 17:00 Flash news Monza, Morosini può partire: Venezia e Modena ci pensano 16:30 Venezia Venezia, scelta la località per il ritiro estivo 16:25 Virtus Entella Entella, può scatenarsi un'asta per Caturano 16:20 Primo piano UFFICIALE - Spal, Marino è il nuovo allenatore 16:00 Ascoli Ascoli, Sernicola verso la permanenza 15:52 Flash news UFFICIALE - Reggiana, Rossi rinnova fino al 2022: "C'è la volontà di confermarsi anche in Serie B"